Belt Bag – il ritorno del Marsupio

Belt Bag ossia Borsa da Cintura che in passato, per quelli della mia generazione, era conosciuta semplicemente come Marsupio. Ecco un altro trend degli anni ’80/’90 che la moda ci ripropone con grande successo.

Dopo la vita alta, le stampe e i marchi in bella vista, ci tocca riprendere dall’armadio il Belt Bag che avevamo nascosto, perchè intanto era diventato troppo kitsch. I fantastici misteri della Moda.

Che sia in pelle, con mille tasche, rotonde o griffate, l’importante è come si dovrà indossare. Quindi non più appoggiato sulla pancia, ma lateralmente o come mostrato dalla foto “rubata” dal web.

Il primo Belt Bag che impareremo a realizzare è una semplificazione del modello tradizionale. Quest’ultimo sarà argomento per un prossimo articolo.

Scaricate il PDF e come sempre riportate tutti i tratti suggeriti. I margini di cucitura, corrispondenti alla misura del piedino, sono già compresi.

Davanti fodera

Dietro

Davanti

Occorrente

  • 30 cm di cotone Basic Twist by stoffabrics
  • 30 cm di cotone Basic Twist by stoffabrics
  • Macchina per cucire Bernina
  • Chiusura lampo cm 27
  • Nastro in grosgrain mt.1
  • Spilli Clover
  • Forbici
  • Metro da sarta
  • Penna gessetto
  • Stabilizzatore Legacy cm 30 termoadesivo LE057
  • Ferro da stiro
  • Iron Finger Clover

 

Premessa per la realizzazione della Belt Bag/ Marsupio

Questo primo modello è una interpretazione semplificata della Belt bag/ Marsupio, si differenzia per diverse caratteristiche al fine di rendere il più semplice possibile la sua realizzazione. Vediamo insieme come si realizza.

Step 1

Scelti i tessuti che, come vedrete dalla diretta possono anche essere di recupero, realizzare il marsupio può essere facile se ne possedete uno da studiare altrimenti, per ora, scaricate il mio PDF e procedete come vi spiegherò.

Step 2

Dal cotone scelto per il diritto punterete, con gli spilli, i cartamodelli corrispondenti segnando la posizione delle pinces e quella della chiusura lampo, con una penna gessetto a punta sottile.

Step 3

Allo stesso modo farete per il tessuto scelto per l’interno che, per il davanti dovrà risultare un poco più grande. Il mio cartamodello prevede un margine di cm 1,5 in più, che in effetti è tanto. Sappiatevi regolare anche in base ai tessuti che sceglierete.

Step 4

Per conferire una maggiore consistenza al diritto, soprattutto se userete cotoni, vi consiglio di usare lo stabilizzatore della Legacy LE057. Come si applica lo abbiamo visto anche per la Borsa a Uovo 2.0.

Step 5

Sovrapponete, diritti contro diritti, i due davanti in modo da far combaciare perfettamente la posizione della cerniera. Per intenderci sarà quel rettangolo contrassegnato all’inizio. Come vedete dalla foto, la fodera è particolarmente abbondante quindi, se lo desiderate potete anche scegliere di lasciare solo 5 mm di eccedenza, purché siate precise nei passaggi successivi.

Step 6

Trattenendo bene i tessuti tra loro con gli spilli, eseguite una cucitura sul tratto disegnato.

Step 7

Questi passaggi di cucitura preferisco sempre farli con un piedino che abbia la soletta trasparente come il mio #39, in questo modo la visibilità sarà completa e quindi il lavoro finale perfetto.

Step 8

Incidete il centro del rettangolo, se occorre all’inizio con un apriasole, quindi con le forbici tagliate per tutta la lunghezza fino al tratto opposto.

Particolare

Per un risultato soddisfacente è bene ricordare di incidere gli angoli, così da consentire la piena apertura quando rivolteremo al diritto. La direzione dei tagli è ben visibile dalla foto.

Step 9

Anche per questo passaggio, che vi ho mostrato in diretta, vi rimando al progetto della Borsa a Uovo, dove vi mostro come rivoltare i tessuti ottenendo, in questo caso, l’apertura per l’inserimento della cerniera. Al fine di eliminare rigonfiamenti, vi potrà tornare utile stirare l’apertura, ideale per questo passaggio l’Iron Finger.

Step 10

Per conferire tridimensionalità alla base, vi basterà cucire le pinces, di ciascun tessuto, che avrete contrassegnato ai passaggi precedenti.

Step 11

Dal rovescio della Belt Bag, posizionate la chiusura lampo in modo da centrarla nell’apertura ad una uguale distanza lungo tutto il contorno. Puntatela con gli spilli.

Step 12

Allo stesso modo la tratterrete al davanti, controllando che la posizione sia corretta, come vi mostro in foto.

Step 13

Per questo passaggio, che solitamente prevede l’uso del piedino per le chiusure lampo, preferisco usare il piedino #10 che mi consentirà di ottenere una cucitura a filo perfetta. Questo mi è permesso anche perchè, essendo una zip a vista, lo spazio di cucitura sarà sufficiente.

Step 14

Tagliate la stoffa in eccesso della fodera, pareggiandola al diritto del davanti. Una delle caratteristiche della Belt Bag è poter essere indossata in più modi, grazie alla tracolla/cintura che, per questo progetto, ho scelto di realizzare con il grosgrain. Tagliate la misura necessaria che stabilirete simulando la vestibilità, puntate le estremità a filo posizionando l’intera lunghezza all’interno, come si vede dalla foto.

Step 15

Sovrapponete, diritto contro diritto, per ciascun tessuto il suo corrispettivo. Pareggiate il lato superiore facendo corrispondere le tacche e i lati esterni. trattenete con le clip. Dalle curve laterali, unite soltanto i tessuti uguali tra loro. Ricordate di segnare una porzione, corrispondente alla base della fodera, attraverso la quale dovrete rivoltare il tutto.

Step 16

Usando il piedino come riferimento per il margine di cucitura, unite i tessuti lungo tutto il perimetro. Prima di rivoltare incidete i tratti curvi, spuntando gli  angoli dal tessuto in eccesso.

Step 17

Rivoltate tutto al diritto, stirate per appiattire le parti curve. Se li possedete, dovrete fissare gli agganci in plastica che, al momento mi mancavano quindi, ho risolto recuperando questo elemento in plastica che vedete in foto, mi servirà per far scorrere il nastro a seconda della necessità.

Step 18

Scelta la posizione, agganciate l’elemento ( si è capito che non so come si chiama?!) ripiegando l’estremità  del grosgrain su se stessa, eviterete in questo modo che con il tempo possa sfilacciarsi. Con il piedino per le chiusure lampo, cucite a filo.

 

Voilà la Belt Bag è finita, intanto che la figlia si presta come modella, vi mostro il risultato finale non indossato ma credetemi è graziosissimo come utile.

Se desiderate rivedere la diretta Facebook cliccate QUI e condividete, la famiglia ringrazia 😉

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.