Il Sacco Nanna

 

Tra le tante Fiere sul fai da te vi consiglio di visitare quella che si tiene a Parigi ed esattamente  a Porte de Versailles nel mese di novembre.
fiera del fai da te parigi
Una magnifica occasione per visitare una delle città più belle al mondo.
Pur avendo buona parte della mia famiglia lì ci mancavo da tanti anni ed è stato un vero peccato così che per la scorsa edizione ci sono andata unendo l’utile al dilettevole certa che, mio fratello Maurizio e mia cognata Corine, sarebbero stati come sempre dei fantastici Cicerone.
La Fiera, che si chiama Créations savoir faire, è come tutte le altre Fiere, un luogo dove scoprire le nuove tendenze, confrontarsi con altri creativi, acquistare e magari avviare contratti commerciali con le aziende espositrici. Una bella conferma è stata lo spazio dedicato al cucito, forse tra i più estesi.
Tanti gli stimoli e gli accessori proposti e quando ho visto il sacco nanna che, lo ammetto, non conoscevo è stato amore a prima vista.

2015-01-20 12.34.37-1

Infinite le varianti così che ho deciso di proporvelo sicura di fare cosa gradita a tante mamme e perchè no come idea per un regalo diverso.
Inoltre ho scoperto,  grazie ad un’amica telespettatrice, che il sacco nanna diventa una risorsa insostituibile per i bimbi affetti da Ptc ossia Piede Torto Congenito. Costretti a portare dei fastidiosi tutori, il sacco nanna evita che si scoprano durante il sonno lasciandoli comunque liberi di muoversi.
Passiamo ora al vero e proprio progetto
Con il tempo a disposizione sono spesso costretta a semplificare al massimo i progetti, evitando accessori come bottoni e chiusure lampo, anche per consentire alla maggior parte del pubblico di cimentarsi con il progetto proposto.
Da qui la scelta di creare un’allacciatura tipo kimono, semplice, veloce e pratico.

Occorrente:

  • 80 CM DI TESSUTO TRAPUNTATO
  • 3,5 M DI SBIECO ALTO 2,5 CM
  • CARTA VELINA
  • MATITA
  • GESSETTO O PENNA TERMICA
  • SPILLI
  • FORBICI
  • MACCHINA PER CUCIRE
  • BOTTONI A PRESSIONE
  • AGO E FILO IN TINTA

Step 1

Appoggiamo sulla carta velina una tutina del nostro bebè quindi disegniamo tutto intorno, rispettando le proporzioni, le maniche, la lunghezza del sacco ecc. ecc. Il sacco deve essere abbastanza ampio da far muovere comodamente il bambino, ma non tanto da permettergli di scivolarvi dentro, in modo da evitare il rischio di soffocamento. Quindi prendere una tutina come riferimento può essere molto utile.

campione

Step 2

Se lo desiderate potrete sempre scaricare il cartamodello ingrandendolo fino alla misura desiderata

cartamodello davanti cartamodello dietro

Step 3

Ricavate dai cartamodelli proposti un dietro e due davanti, uniteli diritti contro diritti in modo da far combaciare le spalle che cucirete ad 1 cm.

2015-01-23 10.56.43

Step 4

Come vedete il tessuto che ho scelto è un trapuntino perché il sacco nanna dovrà sostituire la parure della culla quindi, a seconda della temperatura della cameretta, sceglieremo un tessuto più o meno pesante ma sempre anallergico ed antiacaro. Ora ci occupiamo dello sbieco che dovremo applicare sulla metà superiore: sovrapponiamo il diritto dello sbieco al rovescio del trapuntino e cuciamo a 5 mm. dall’orlo sino alla base senza però completarlo, basteranno 5 cm. circa in quanto la base stessa sarà tutta chiusa da cucitura.

2015-01-23 11.07.06-1 2015-01-23 11.06.55-1

Step 5

Ripieghiamo sul davanti e cuciamo a filo con lo sbieco, arrivati alla curva, basterà ripiegare lo sbieco formando una pence e poi proseguire fino alla fine per avere un profilo perfetto senza grinze.

2015-01-23 11.31.50

Step 6

Allo stesso modo cuciamo lo sbieco sulla metà interna e sui bordi delle spalle.

2015-01-23 19.17.43-1

Step 7

Rifinite la scollatura, come fin ora descritto, con un nuovo nastro di sbieco che lascerete in abbondanza su un lato, basteranno 50 cm, per poter consentire l’allacciatura finale.

2015-01-23 18.08.24-1

Step 8

Ora sovrapponiamo i due davanti al dietro, nella giusta posizione e cuciamo i fianchi e la base creando il sacco per il nostro bebè. E’ importante fare dei piccoli tagli sui lati curvi per ottenere  una bella linea, evitando che il tessuto “tiri” provocando fastidiose grinze al diritto.

2015-01-23 19.17.43-1

Step 9

Infine cuciamo uno sbieco, che abbiamo precedentemente rifinito ripiegandolo su se stesso, al davanti opposto all’allacciatura del passaggio precedente. In posizione corrispondente, all’interno, cuciremo un bottone a pressione per dare maggiore stabilità.

2015-02-06 22.21.50-1il sacco nanna trapuntato

Quindi 3 pezzi di stoffa, tanto sbieco ed un bottone a pressione ed il sacco nanna è fatto.

Il sacco nanna di detto fatto

Divertitevi con le combinazioni di tessuto o con i decori, fatevi ispirare dalla fantasia, purché usiate metodi sicuri evitando che il bambino possa staccarlo ed ingerirlo rischiando gravi conseguenze. In questa variante estiva ho scelto per il decoro degli scampoli in seta usati per confezionare le cravatte, è un buon metodo per recuperare quelle vecchie ed inutilizzabili.

Con del filo in seta, messo a più capi, ho ricamato lo stelo e cucito i singoli elementi, imbottendoli prima di chiuderli definitivamente.

2015-01-20 12.36.41-1 2015-01-20 12.36.35-1 2015-01-20 12.36.26-1

Per poter rivedere il video, cliccate su video qui sotto.
Buon divertimento.

video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.