Fascia per capelli – Tutorial per Il Magazine

Fascia per capelli-Headband

Fascia per i capelli

La ricordate?

Avevo un pò di riserve a mostrare questa foto, che mi ritrae in studio a Detto Fatto, subito dopo la registrazione del mio intervento. Solitamente Lavinia, la fotografa ufficiale della trasmissione, aveva il dono di renderti bellissima. Evidentemente c’era poco da fare! Ma che capelli avevo? Nessuno mi ha detto che non andavano bene quei vestiti? Vabbè oramai è andata. Resta un gran bel ricordo. Un bel tutorial, già ai tempi da voi apprezzato, anche per le varianti che avevo creato. La Fascia per i capelli proposta come tracolla interscambiabile per la borsa, altro mio tutorial, con la cerniera lampo.

versione tracolla borsa

Oppure come cintura, ottenuta semplicemente allungando il corpo centrale, fino alla lunghezza desiderata, consentendoci  la realizzazione di una rosa decorativa.

versione cintura

Sta molto meglio alla mia amica Monica

pic by Marco Lavagno

Si ottiene semplicemente allungando il cartamodello Modello Miranda della lunghezza sufficiente a poterlo indossare come cintura( dovrete dunque adattarla alle vostre di misure).

Oppure per avvolgerla sulla testa come indossata dalla mia amica Stefania.

avvolta a più giri sulla testa
Pic by Marco Lavagno

 

Mettiamoci all’opera e realizziamo insieme questa versatile e facile Fascia per i capelli.

CARTAMODELLO

Modello Miranda

Pic by Marco Lavagno

Step 1

Unite le due parti del cartamodello facendo combaciare i tratti indicativi ottenendo in questo modo un unico pezzo. Doppiate il tessuto così da poter fissare, con gli spilli, il cartamodello come mostrato.  Tagliate lungo i contorni perchè, come sapete, i miei cartamodelli sono già compresi di margine di cucitura solitamente corrispondenti, se non indicato diversamente, alla misura del piedino ossia 7mm. Ve ne occorrono due pezzi.

posizione del cartamodello sul tessuto

Step 2

Se desiderate ottenere una Fascia più corposa, che mantenga la dimensione originale, dovete stabilizzare il tessuto. Io ho usato l’interfodera termoadesiva H250 della Freudenberg distribuita dalla Del Vecchia Group.

  1. Stendere il lato resinato sul rovescio del tessuto esterno.
  2. Con il ferro da stiro, a secco, fare scivolare lentamente, premendo su ciascun punto per 5-6 volte (impostazione del ferro: lana). Il  calore deve agire su tutti i punti per circa 8 secondi.
  3. Dopo l’adesivazione, lasciare raffreddare le parti da stese per circa 20 minuti, affinché la presa possa stabilizzarsi.

in questa variante stabilizziamo il tessuto così da ottenere una Fascia più rigida.

Step 3

Unite i diritti contro diritti trattenendoli con le clip della Clover, preferisco queste ultime agli spilli quando i tessuti sono stati stabilizzati. Ottengo lo stesso risultato senza fatica e soprattutto senza rischiare di rovinare il tessuto irrigidito e talvolta reso più spesso dallo stabilizzatore.

unire i diritti contro diritti e fissarli con le clip per procedere con le cuciture

Step 4

Usate il piedino base e la cucitura lineare per trattenere il contorno della Fascia. Ricordate di lasciare un margine di apertura che vi consenta il risvolto del lavoro al diritto.

cucire lungo il contorno lasciando una piccola apertura per il risvolto al diritto

Step 5

Il mio consiglio è sempre di tagliare gli angoli del tessuto in eccedenza. Eviterete al diritto di ottenere un effetto “cuscino”.

alleggerire gli angoli della fascia eliminandoli con le forbici

Step 6

Adoro dare consigli e allora ve ne do ancora un altro 😉 Stirate i margini di apertura. In questo modo semplificherete il passaggio finale con la cucitura nascosta.

stirare il margine di cucitura

Step 7

Rivoltate al diritto.  Aiutandovi con l’accessorio adatto aprite gli angoli, se vi mancasse, usate un ferro da maglia, ancor meglio delle forbici stondate per evitare di bucare il tessuto.

rivoltare al diritto

Step 8

Tranciate un filo metallico grande quanto la fascia più 10 cm, io uso quello in alluminio più duttile e semplice da lavorare. Con le pinze a punta tonda, modellate entrambe le estremità per proteggere il tessuto e perchè no anche voi stesse da spiacevoli incidenti.

modellate il filo metallico da inserire all'interno della fascia

Step 9

Inserite il filo metallico, all’interno della Fascia, attraverso l’apertura lasciata al passaggio precedente.

inserite il filo all'interno della fascia

Step 10

Chiudete l’apertura con una cucitura nascosta, resa ancora più facile e precisa grazie al tessuto precedentemente stirato. Usate il punto di piegatura come guida per l’inserimento dell’ago.

chiudete con punti di cucitura nascosti

Indossate la fascia semplicemente avvolgendo le estremità a formare una piccola torsione. In alternativa perchè non provarla come cintura?!

indossata anche come cintura

Pic by Marco Lavagno

Sapete che io adoro “giocare” con i miei progetti cercando sempre soluzioni alternative, come questa già proposta in trasmissione, realizzata come fin descritto senza lo stabilizzatore.  Così da mantenere la naturalezza del tessuto, in questo caso, già abbastanza corposo.

Particolare

avvolgere l'estremità all'anello di aggancio

Variante elastica “Fascia Swing”

Versione Bionda

da recupero
Pic by Marco Lavagno

Versione Bruna

Pic by Marco Lavagno

 

Step 1

Per questa variante ci occorre del tessuto elasticizzato ed io che amo il recupero, ho optato per il riciclo di una t-shirt non più alla moda.recupero di una vecchia t-shirt

Step 2

Misurate la circonferenza della vostra testa per calcolare la lunghezza del rettangolo. La mia ad esempio misura cm 48. Anche la larghezza è soggettiva così sono diverse le teste, per aiutarvi nei calcoli vi posso dire che la mia misura 18. In conclusione avrete un rettangolo cm 48 x cm 18. In questo passaggio è importante il taglio che, vista l’elasticità del tessuto, potrebbe risultare completamente diverso se fatto nella direzione opposta. Il lato lungo dovrà corrispondere al fianco della t-shirt.

ricavate una striscia con il lato lungo parallelo alla cucitura laterale

Step 3

La macchina che ci garantisce una cucitura perfetta, per tessuti di questa natura, è la taglia cuci.  La mia L460 Bernina è infilata a 3 fili, non mi occorre il quarto. Unite i lati lunghi, diritti contro diritti, cucite.

usiamo la taglia cuci

Step 4

Rivoltate al diritto il cilindro così ottenuto. Fate combaciare le cuciture per non ottenere una fascia aggrovigliata. Sempre unendo i diritti contro diritti, cucite il lato corto. Continuate finchè potete. Vi occorrerà comunque un’apertura per il risvolto.

rivoltare al diritto e cucire come mostrato il lato corto

Cartamodello piccolo

Fiocchetto

Step 5

Riportate il cartamodello sul tessuto, lì dove è indicata la scritta “doppio” significa che dovrete ribaltare il disegno per ottenere la stessa misura. Scegliete un tessuto diverso, sia per un gioco di contrasti ma soprattutto per ottenere un fiocco stabile ed aperto che con la maglina o jersey che sia, senza stabilizzarlo non avreste mai.

modello più piccolo

Step 6

Cucite come sempre lungo i contorni, usando il piedino come guida.  Lasciate l’apertura nel punto per voi più facile da rivoltare. Io preferisco sempre al centro ed una buona cucitura nascosta renderà perfetto il lavoro finito.

Step 7

Naturalmente potrete sempre indossare la fascia da sola oppure arricchirla con il fiocchetto come la mia proposta. In fondo avrete due modelli in uno 😉

assembliamo

Step 8

Avvolgete il fiocchetto alla fascia, che io posiziono sulla cucitura per mascherarla, soprattutto se avete i capelli corti. Il modello Swing è terminato ma voi come lo chiamereste?

Variante annodato

Modello Mamy

Pic by Marco Lavagno

 

Ma che bella che è la mia amica Monica!

fascia Mamy
Pic by Marco Lavagno

 

Cartamodello

Mamy

Step 1

In pratica è una variante del fiocchetto descritto per il modello precedente. Cambiano le dimensioni ed il cartamodello che, come detto durante la diretta, potrete sempre modificare creando delle estremità più o meno grandi.

Step 2

Completate le cuciture come descritto per il fiocchetto precedente, annodatele indossandole come più vi piace e perchè no, allungatele quel tanto che occorre per decorare il vostro punto vita. Io mi fermo qua altrimenti le varianti diventano troppe e mi tocca farne altri di articoli 😀

Se vi è piaciuto l’articolo condividetelo sui socials che più vi piacciono http://www.annaborrelli.it/blog/tutorial/fascia-per-capelli-tutorial/

Se vi è piaciuto il VIDEO IN DIRETTA condividetelo come se non ci fosse un domani ahahah 😉

 

Vi Lovvo

P.s.

Grazie ad Oscar che ha voluto giocare con noi

pic by Marco Lavagno

 

Grazie a Luna, la mia amica fin ora conosciuta come Keuedynoch Valerio, per avermi regalato questo scatto. Brava brava

La bellissima versione della nostra amica Carla Lombardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.